Menu
A+ A A-

Segnalazione di illeciti

 PREMESSA

La segnalazione di un illecito è un atto di manifestazione di senso civico attraverso cui il segnalante contribuisce all'emersione di rischi e situazioni pregiudizievoli per l'amministrazione di riferimento, e, di riflesso, per l'interesse collettivo.

S.G.M., fermamente impegnata nel favorire i principi di trasparenza e di legalità, adotta la procedura di seguito allegata al fine di sostenere la presentazione di segnalazioni che possono portare all'emersione di fenomeni di corruzione, mettendo così in atto un sistema di precauzioni idonee a tutelare chiunque segnali condotte illecite di cui sia venuto a conoscenza, garantendone l'anonimato, contrastando ogni possibile discriminazione nei suoi confronti, individuando e rimuovendo i possibili fattori che potrebbero in qualche modo impedire o rallentare il ricorso all'istituto della denuncia di illeciti nel pubblico interesse.

MODALITA' DI SEGNALAZIONE.

Le segnalazioni provenienti da soggetti interni o esterni alla società possono essere inviate:

- da tutto il personale interno tramite un sistema gestionale implementato dalla Società per la raccolta di comportamenti illeciti per il quale ogni dipendente ha ricevuto le credenziali di accesso;

- dai segnalanti esterni in formato elettronico, tramite posta elettronica all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. allegando alla mail il modulo MP231_14 01 " Modulo Segnalazione illeciti"  o il modulo "MP231_14 02 "Modulo Segnalazione Anonima Illeciti" (di seguito allegati) opportunamente compilati in ogni parte;

- da chiunque in formato cartaceo indirizzando la segnalazione in busta chiusa con su scritta la dicitura "RISERVATA" al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza c/o S.G.M. Società Gestione Multipla S.p.A. Strada Provinciale Lecce-Vernole Km. 1,5 - 73100 Lecce ed inviandola o tramite posta ordinaria oppure imbucandola nell'apposita cassetta predisposta da S.G.M. SpA c/o la propria sede del City Terminal, sita a Lecce in Viale Porta d'Europa.

TUTELA DEL SEGNALANTE

La tutela del segnalante è garantita dal RPCT sin dal momento della presa in carico della segnalazione.

Ad eccezione dei casi in cui si configuri una responsabilità, accertata anche con sentenza di 1° grado, a titolo di calunnia e di diffamazione ai sensi delle disposizioni del Codice Penale o dell'art. 2043 del Codice Civile e delle ipotesi in cui l'anonimato non è opponibile per legge (es. indagini penali etc), l'identità del segnalante viene comunque protetta in ogni contesto successivo alla segnalazione.

La segnalazione non è soggetta al diritto di accesso di cui agli artt. 22 e seguenti della legge 241/1990 e successive modifiche. In caso di trasmissione della stessa a terzi per lo svolgimento delle attività istruttorie, sarà inoltrato solo il contenuto della segnalazione, espungendo tutti i riferimenti dai quali si possa risalire anche indirettamente all'identità del segnalante.

WHISTLEBLOWING

"Whistleblower" è colui che nell'ambito di un rapporto di lavoro rileva un comportamento non corretto, la commissione di un illecito o di una irregolarità che possa danneggiare l'ente di appartenenza o la comunità e che per tale motivo decide di segnalarlo a chi di competenza.

Il Whistleblowing rappresenta quindi uno strumento determinante per contrastare, attraverso l'icremento del tasso di denuncia, i fenomeni corruttivi.

Il dipendente che intende avvalersi di tale strumento può utilizzare l'apposito applicativo http://sgm.whistleblowing.name  con le relative credenziali di accesso comunate a suo tempo

 Linee guida in materia di tutela del dipendente che segnala illeciti: Determinazione ANAC n. 6 del 2015

 

 

Torna in alto